L’Afroraduno al Palasport di Rimini

Una sera come tante al Columbus . Primi giorni di agosto 1983 . Noi Bolognesi ciondoliamo pigramente attorno al muretto del Columbus . Una banda di ragazzi e ragazze super affiatati , uniti da qualcosa di unico ,che si muovevano sempre assieme , mai contaminati da screzi o diverbi insanabili . Dividevamo sempre e volentieri quel poco che avevamo . Sempre allegri , sempre in cerca di divertimento a volte fine a se stesso , certo , ma frutto dei nostri giovani anni che poco chiedevano in fondo per stare veramente bene , ragazzi, senza grilli per la testa , per nulla propensi all’alcool ed alle droghe pesanti . Con questo non dico che non abbiamo fato le nostre brave cazzate , anzi ne abbiamo fatte una marea ma eravamo , a modo nostro unici , perfettamente aderenti al nostro essere Emiliani , un porto di mare sicuro dove attraccare , noi accoglievamo tutti e tutti accoglievano noi . Quella notte Io , Bongo e Lucone stavamo discutendo mollemente appoggiati al muretto , lì al Columbus . ” Allora Luca è poi vero che parti domattina ? ” domandai . ” Si devo fare un salto a casa “. ” Ma poi torni ? ” ” No non so ” Mi dice Luca mentre fumava una sigaretta . Poi si gira verso di me e mi guarda con quello sguardo sottile , particolarmente intenso , occhi che racchiudevano un mondo intero . “Vado giù in moto , e viene anche Claudia con me le devo dare un passaggio, torna a casa anche lei ” . Sorrido malizioso ” Ah ! ho capito ” . ” Ma no Purio la accompagno a casa e stop , e solo un’amica , dice che deve tornare a casa anche lei ” mi risponde Luca divertito . Frattanto il Bongo si intromette nella discussione . ” Domani pomeriggio c’è l’Afroraduno al Palasport di Rimini . Che facciamo? Zio Boh ! Luca dovevi proprio andare via domattina? ” Luca annuisce mentre butta via la Paglia . ” Noi che facciamo mi chiede Bongo? ” ” Ah bella domanda gli rispondo , ” Entrare costa un tot e almeno io di soldi ne ho proprio pochi , magari andiamo davanti all’entrata e poi vediamo . Intanto avvisiamo tutti gli altri ,” . Il radunarsi a fine serata era un obbligo per tutti noi . Si decideva cosa avremmo fatto il giorno dopo, dove saremmo andati , il come e il quando . Avevamo tutti cronicamente pochi soldi e quando hai pochi soldi non è difficile prendere decisioni del tipo ” Intanto andiamo davanti all ‘entrata dell Afroraduno e vediamo chi c’è , poi vediamo se entrare o meno ” . La notte io e Franco rientrammo al Camping Fontanelle per dormire nella mia tendina canadese da 2 posti . Alle prime luci dell’Alba l’aria era già irrespirabile per cui madidi di sudore ci toccò come solito fuggire dalla tendina. Visto che eravamo svegli ci recammo al bar del Camping per fare colazione. Fruit stropicciata addosso , slip mare , ciabatte e stop . Ed è in questo stato con i capelli arruffati lo sguardo insonne , che ordiniamo la solita colazione . Un cappuccino e due bomboloni alla crema con lo zucchero a velo sopra . Per noi un sogno , magri e sempre affamati come eravamo . Consumiamo il pasto ai tavolini del bar senza quasi parlarci . Il coma è totale e ci vuole il tempo che il caffè e lo zucchero faccia effetto per rimettere in moto il cervello . Appena connettiamo torniamo in tenda ci buttiamo addosso i pantaloncini di jeans corti , pigliamo le vespe e andiamo al Columbus. Tanto siamo sicuri di beccare tuttti lì. La giornata trascorre lenta e pigra , come solito . Tutti aspettano il momento di andare all’Afroraduno . Faceva un caldo pazzesco e il sole incendiava tutto il lungomare. Nel Primo pomeriggio sfidando la caldana ci rechiamo al Palazzetto dello sport di Rimini. Fuori c’è già un sacco di gente , si sente la musica , la Nostra musica . Ci mettiamo vicino all’entrata vicino alla biglietteria un poco all’ombra , li sul cemento l’afa si fa soffocante . Iniziamo a chiederci cosa fare . Entriamo , non entriamo ? . Mentre siamo lì che bighelloniamo , io vedo una figura in moto che a fatica si fa largo tra i ragazzi affollati nel piazzale . Io incomincio a sbracciarmi per attirare la sua attenzione . ” Ehi ! ma quello è Luca ma che cavolo ci fa qui? ” Finalmente Luca vede la mia figura che si sbraccia tra la folla e dirige la moto verso noi. ” Che ci fai Luca ? chiediamo curiosi ” Sono arrivato a casa , ho sbrigato quella faccenda che dovevo fare, ho portato a casa Claudia e poi le ho detto che tornavo subito dai ragazzi perchè c’è l’Afroraduno . Mi sono fatto a razzo il viaggio di ritorno per essere qui . Quando sono arrivato all’imbocco del piazzale mica ci credevo che vi avrei trovato e invece…” Mentre siamo tutti intorno al nostro centauro Marcello ci chiama . Uno dei ragazzi che lavora nell’organizzazione dell’evento ci ha riconosciuto . ” Siete i Bolognesi voi” ” Si rispondiamo quasi in coro . ” Beh ma non entrate ? come si fa a fare un Afroraduno senza i bolognesi ? ” ci incalza il ragazzo dell’organizzazione. ” Be ma non abbiamo mica i soldi ” gli dico . Lui ci guarda con un sguardo furbo e ci dice ” A questo si può risolvere, venite mo con me che vi faccio entrare da dietro” . Così seguimmo in fila indiana il ragazzo che ci fece entrare nel palazzetto da un entrata secondaria , di servizio , dietro le transenne che delimitavano gli ingressi. ” Ecco ragazzi ” ci disse ” divertitevi ” e sparì rapido come era apparso. Ci guardammo tutti in faccia e scoppiammo a ridere . ” Hai visto la,potenza di essere di Bologna” Disse il Bongo divertito . Dentro nonostante il caldo asfissiante era tutto affollato e la gente ballava in ogni angolo. Io mi misi a fumare una camel accanto a Lucone . ” Be Luca sono contento che sei venuto ” dissi . ” potevo mancare oggi ? ” mi disse sorridendo . ” No non credo ” replicai . Uno fianco all’altro fumavamo persi nei nostri pensieri guardando la marea di persone che come un mare in tempesta si alzava e si abbassava al ritmo incessante della musica Afro . Si era bello esserci , esserci era tutto , il resto poteva, per una volta, aspettare.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s